Author Archives: Gianfranco Ciulli

Modulo della petizione per lo Studio d’Impatto Ambientale (formato cartaceo)

Questo è il modulo cartaceo (da stampare fronte/retro) per la raccolta firme per la richiesta di uno Studio di Impatto Ambientale sul progetto del nuovo aeroporto di Firenze, così da capire se sia realmente sostenibile per la Piana.

Stampa il modulo fronte/retro, raccogli venti firme dai tuoi parenti, amici e conoscenti e contattaci per consegnarcele. Ovviamente, puoi stamparne e compilarne anche più di uno: in ogni caso, il tuo contributo è fondamentale, grazie!

Chiediamo che lo studio sia effettuato da Ente pubblico realmente terzo, con requisiti di multidisciplinarietà, internazionalmente riconosciuto e con comprovata esperienza in studi analoghi, specialmente in riferimento alle vigenti normative Europee in materia di ambiente.

Non possiamo disconoscere che l’Italia è il Paese con il maggior numero di procedure di infrazioni ambientali per VIA/VAS/SIA, spesso molto “personalizzate” e non rispondenti appieno alla direttive Europee.

Abbiamo lanciato una petizione online, ma è meglio raccogliere anche firme su carta. Nel caso in cui qualcuno, con l’intento di osteggiare la nostra legittima richiesta, delegittimasse la petizione online, produrremo le firme cartacee.

Finanziamenti a imprenditori esteri che fanno i loro business con i nostri soldi

Il primo dubbio che ci viene è questo: un imprenditore straniero chiede 120 milioni di Euro di contributi per il suo business (vedi il Masterplan AdF, a pagina 5).

Negli orientamenti UE sugli aiuti di stato agli aeroporti ed alle compagnie aeree, pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 4.04.2014 – C 99/3 (vedi pagine 12 e 86), oltre a definire le caratteristiche di Bacino di Utenza come “DELIMITAZIONE di MERCATO GEOGRAFICA” di un aeroporto, si stabilisce in 100 km la distanza minima da rispettare per la costruzione di nuove piste.

Quindi non sarebbe neppure possibile, però il magnanimo Governo Renzi (che evidentemente non ha problemi finanziari) lo finanzia, e non per quanto richiesto ma addirittura per 280 Milioni.

Ha logica tutto questo, con la fame che c’è in giro? Fate voi!!